Come comincia ogni storia d’amore che si rispetti? Ma con c’era una volta, naturalmente!

C’era una volta una bella e sorridente fanciulla, Ilana, che viveva nella sfavillante New York. Un giorno come tanti, per un impegno di lavoro, si reca ad una conferenza. Beh, tutto nella norma, se non fosse che qui, proprio a quell’impegno di lavoro, sta per incontrare Vijay, l’uomo della sua vita. Fra i due è subito magia e Cupido… ha fatto il resto! Ma c’è un ma: Vijay abita a San Francisco, a quasi 3000 miglia da Ilana! Dopo 10 mesi, finalmente, la grande decisione: Vijay prende un aereo e vola a New York per condividere ogni giorno della sua vita con lei.

Da allora, sono passati quattro anni…

Per il loro Destination Wedding in Italy, Ilana e Vijay hanno scelto Arquà Petrarca , come location il ristorante “La Montanella”, molto rinomato in zona, che ha messo a disposizione uno dei suoi giardini coperti per officiare il rito civile e per l’organizzazione si sono fatti consigliare dalla wedding planner di Padova Francesca B.

Ilana è splendida, sorride raggiante, ha mille stelle negli occhi.
Vijay è emozionato come un bambino: sta per sposare la donna della sua vita.
Accanto a loro ci sono gli amici di sempre, pronti ad allentare la felice tensione con un abbraccio e un sorriso e, perché no, anche con un goccio di buon whisky!

I preparativi raccontano di una storia antica come il mondo, rituali che ogni giorno, in ogni luogo della terra accompagnano due anime al loro destino d’amore e di vita. Il trucco delicato ed un’acconciatura principesca grazie ai bravissimi ragazzi di V.A. Acconciatori. L’abito bianco, illuminato da mille delicati bagliori, che lentamente viene indossato, che diventa una seconda pelle, che entra nell’anima. Le amiche sotto tutte lì, per Ilana.
Da Vijay la commozione è palpabile, i fiori all’occhiello sono un delicato omaggio al bouquet della sposa, i gemelli ricordano gli occhi lucenti di lei, fulgidi come non mai per il suo sposo.

I due giovani si guardano negli occhi come se fosse la prima volta, le promesse che si scambiano riempiono l’aria di tenerezza: la voce è incerta, rotta dalla commozione, l’emozione è tanta… come restare indifferenti dinanzi a tanto amore? Quando il testimone consegna gli anelli, i cuori restano sospesi… lei tende la mano, lui con dolcezza la prende fra le sue e le infila la fede al dito. La scena si ripete. Adesso, sì: sono marito e moglie. Hanno poi compiuto il rito di rompere un bicchiere, tradizione del matrimonio ebraico, accompagnato da un ” Mazel Tov ” degli invitati come augurio di buona fortuna.

Un sorriso invade i loro volti, la bellezza dell’amore è sovrana e gli ospiti applaudono ad una nuova vita che oggi comincia con un sì.

Sembra una fiaba e, forse, lo è per davvero. In fondo, comincia con “C’era una volta…”

Wishing you both the happily ever after you deserve. Congratulations on your wedding day!

Comments

comments