Matrimonio lago d’Orta | Luca&Tiziano

Come fotografo di matrimonio lago d’Orta, so riconoscere i sentimenti al primo sguardo e le nozze di Luca e Tiziano sono state un trionfo d’Amore puro ed appassionato, coronato nella splendida e romantica cornice di Orta San Giulio, sul lago omonimo, l’isola dove il santo costruì la sua centesima chiesa.
Questa volta vi racconto di un destination wedding, sapete bene che gli spostamenti sono all’ordine del giorno per chi, come me, vota il proprio ruolo ad immortalare e raccontare una storia, in questo caso quella di uno splendido matrimonio same sex sul lago d’Orta dove ogni raggio di sole, ogni soffio di vento è stato presente per benedire la più dolce delle frasi: sì, lo voglio.

La giornata comincia con il radioso sorriso della natura, un cinguettare melodioso e il rumore delle onde mosse dalle imbarcazioni sul lago.
Gli sposi alloggiano alla Locanda di Orta e ciascuno è accompagnato dai propri cari nel momento della vestizione. Luca è allegro, vivace, sempre pronto a sorridere e ridere di gusto; accanto a lui i genitori, la sorella ed il cugino. Tiziano è assistito anch’egli dai genitori, ma a differenza di Luca è timido e riservato e lascia agli occhi luminosi il compito di parlare per lui, anche se non rinuncia ad un tocco “trasgressivo”: le sneakers!

Prima di recarci in comune, il papà di Luca tiene un discorso ai propri ragazzi: è un momento commovente, intenso, che ancora una volta ha sottolineato quanto le famiglie siano presenti nella vita di questi ragazzi.

Ultimi ritocchi ai dettagli per i futuri sposi sulla terrazza del locale, una rosa arcobaleno all’occhiello e via! Si parte in direzione di Villa Bossi ad Orta San Giulio a bordo di un’imbarcazione, che consente agli sposi di fare il loro ingresso in grande stile accompagnati dai rispettivi genitori; ad attenderli, parenti ed amici. Il rito dell’unione civile lascia il passo a Daniele, grande amico della coppia, che con il sottofondo d’archi di Emanuela Campagnoli, celebra il momento toccante dello scambio delle fedi.

Il ricevimento si è tenuto al Ristorante il Laghetto della Gelata, qui, sul tavolo c’è un melograno, un simbolo importante per la coppia, perché legato alla loro storia d’Amore.
Infatti, sul terrazzo di casa, Luca e Tiziano avevano un melograno che, ormai da tempo, non dava più né fiori, né frutti; intanto l’estate andava e fu tempo di recarsi in vacanza in Sardegna, terra natale di Luca. Entrambi, pur all’insaputa l’uno dell’altro, avevano deciso che quel viaggio sarebbe stata l’occasione perfetta per dichiararsi e… così fu! Al loro ritorno a Milano, quasi per magia, il melograno era carico di gemme: una benedizione universale, che porta nuova linfa, così come solo l’Amore può esserne capace. Non è un caso, inoltre, che Luca indossi sul collo della camicia due splendidi bottoni sardi a forma proprio di melograno, tipici della tradizione e beneauguranti.

Danze, karaoke ed i discorsi appassionati dei partecipanti rendono questa festa un incanto, dove non sono mancate le lacrime di gioia e l’allegria dirompente. A chiudere una giornata speciale, il taglio della torta al tramonto, con vista sul lago.

E mentre scatto l’ultima foto di questo matrimonio same sex lago d’Orta, penso che ciò che ho visto e vissuto oggi è stato un inno all’Amore, alla Purezza, alla volontà di essere un tutt’uno per sempre, abbracciati da un coro di cuori lieti di amici e familiari che hanno reso davvero impareggiabile il giorno di oggi. Cupido non avrebbe saputo scoccare freccia più dolce e perfetta che quella che ha unito i cuori di Luca e Tiziano: auguri, ragazzi, che la vostra vita sia splendente sempre!

“Quando due persone sono unite nell’intimo del cuore,
infrangono persino i vincoli di bronzo o di ferro.
E quando due nell’intimo del cuore s’intendono appieno,
le loro parole sono soavi e forti come profumo di orchidee”.
Confucio